Blog

Pubblicato il

Alcune pazienti con cancro al seno, anche se sottoposte a chemioterapia, sviluppano metastasi tumorali.

Analizzando il tessuto neoplastico ottenuto da pazienti operate di tumore al seno, è stata individuata una nuova molecola (FOXP3) associata alla probabilità di sviluppare metastasi.

La scoperta è frutto della collaborazione tra l’Unità operativa bersagli molecolari dell’Istituto nazionale tumori di Milano, diretta da Elda Tagliabue, e il gruppo di ricerca diretto da Andrea Balsari,docente di Immunologia all’Università Statale di Milano.

I risultati dello studio finanziato da AIRC sono stati recentemente pubblicati dal prestigioso Journal of Clinical Oncology. "Con le conoscenze acquisite" - sottolinea Elda Tagliabue - "sarà possibile intraprendere studi sia per determinare la possibilità di utilizzare FOXP3 per individuare i tumori più aggressivi contro i quali indirizzare le terapie sia per disegnare nuove molecole in grado di contrastarne l’azione”.

Per saperne di più sulcancro al seno visita il sito AIRC.

CONDIVIDI con i tuoi amici