Blog

Pubblicato il

Domenica 12 maggio ritorna la festa della mamma, un’occasione per festeggiare e dire alla propria mamma quando le vogliamo bene e per ringraziarla per quanto fa per noi. Tutti sono impegnati nel fare regalini, torte, bigliettini di auguri, anche i bambini più piccolo spesso a scuola sono indaffarati nell’imparare a memoria le filastrocche per la festa della mamma.

Ecco alcuni esempi di filastrocche per la festa della mamma:

Ho pregato un poeta di farmi una poesia
con tanti auguri per te,
mammina mia;
ma il poeta ha risposto
che il verso non gli viene,
così ti dico solo:
Ti voglio tanto bene!

Ci sono milioni di conchiglie sulla spiaggia
Milioni di fiori nei campi
Milioni di uccelli nel cielo
Ma solo, solo una Mamma!

Se fossi un pittore,
dipingerei un quadro
con tutti i colori del creato.
Al centro metterei
un cuore tutto d'oro
e sotto scriverei:
Mamma, tu sei il più bel tesoro!

Ma esistono anche brevi poesie che si possono dedicare  in occasione della festa della mamma. Ecco alcuni esempi:

La parola più bella
sulle labbra del genere umano è "Madre",
e la più bella invocazione è "Madre mia".
E' la fonte dell'amore, della misericordia,
della comprensione, del perdono.
Ogni cosa in natura parla della madre.
di Kahlil Gibran

La casa senza mamma
è un fuoco senza fiamma,
un prato senza viole,
un cielo senza sole.
Dove la mamma c'è
il bimbo è un piccol re,
la bimba reginella,
la casa è tanto bella
di Renzo Pezzani

La madre è un angelo che ci guarda
che ci insegna ad amare!
Ella riscalda le nostre dita, il nostro capo
fra le sue ginocchia, la nostra anima
nel suo cuore: ci dà il suo latte quando
siamo piccini, il suo pane quando
siamo grandi e la sua vita sempre.
di Victor Hugo

O come non ricordare la famosa canzone “Viva la Mamma” di Edoardo Bennato:

Viva la mamma
affezionata a quella gonna un po' lunga
indaffarata sempre e sempre convinta
a volte un po' severa

CONDIVIDI con i tuoi amici