Blog

Pubblicato il
Canzoni da dedicare per la festa della mamma

La festa della mamma è quasi un'istituzione in Italia, paese dove è molto forte il legame madre figlio. Chi di noi non si è mai chiesto, almeno una volta: cosa regalo alla mamma quest'anno?

Uno dei regali più apprezzati dalle madri sono i fiori: per questo, il giorno della festa della mamma, perché non regalare un mazzo di azalee, facendo anche una buona azione a sostegno dell'Airc? Le azalee faranno un figurone e i soldi andranno a favore della ricerca. Per essere più originali, invece di accompagnare il mazzo con il solito biglietto di auguri, perché non scegliere una canzone? In occasione di questa giornata speciale, ecco le canzoni più belle, che celebrano tutte le mamme del mondo.

Le canzoni

Sicuramente avrete sentito milioni di volte il ritornello "Mamma, solo per te la mia canzone vola!" e non potrete non accennarla. La mamma si scioglierà in un pianto emozionato e voi sarete automaticamente il figlio ideale, almeno per cinque minuti! Se poi volete stupirla ulteriormente, sfoggiate qualche nozione musicale. Sappiate che "Mamma" è stata scritta nel 1940 da Cesare Andrea Bixio e Bixio Cherubini, per il film omonimo del 1941 ed interpretata addirittura da Beniamino Gigli. Una delle versioni più famose è quella di Claudio Villa, in quale ha contribuito a diffonderla nel mondo, infatti ebbe molto più successo la canzone del film.

Per le mamme più rock, che in gioventù si scatenavano nelle danze più sfrenate, il sottofondo ideale è "Viva la mamma" di Edoardo Bennato, dall'album "Abbi Dubbi" del 1989.

Se volete calarvi nella parte, potreste presentarvi con una chitarra in mano, come un cantante provetto. Non importa se non sapete suonare: mamma, colma dalla commozione, non se ne accorgerà!

Se invece avete una di quelle madri dalla lacrima facile, a prescindere dagli eventi, c'è una famosa canzona del periodo interbellico: "Balocchi e profumi", un tango del 1928. E' stata utilizzata nell'episodio finale del film "Gran Varietà" di Vittorio De Sica e racconta la storia di una madre dalla vita amorale, poco incline ai regali e sorprese per la figlia. Ogni ritornello finisce con queste parole "Per la tua piccolina, non compri mai balocchi, Mamma, tu compri soltanto profumi per te". Il film non ha propriamente un happy ending: la figlia si ammala e la madre, presa dai rimorsi, le compra dei giocattoli che la bambina vede poco prima di morire. Sicuramente non un film allegro, ma ricco di significato, che una madre emotiva sicuramente saprà apprezzare.

Lasciando invece perdere drammi, madri snaturate e finali drammatici, se avete una mamma allegra e giovanile (anche più di voi!), presentatevi con il mazzo di azalee, dei vestiti un po' casual e un capellino indossato al contrario. Andando in giro per casa, intonate "Mamma, guarda come mi diverto!" menzionando la canzone di Jovanotti "Ciao mamma", primo singolo dall'album "Jovanotti Giovani Jovanotti", canzone che fu sigla dell'edizione di Fantastico del 1990 e colonna sonora del film del 1998 "Cucciolo" di Neri Parenti. Volete cimentarvi nel ballo? allora la canzone adatta è "Portami a ballare" di Luca Barbarossa: "portami a ballare, uno di quei balli antichi che nessuno balla più". Un'arma segreta, che scioglierà ancora di più il cuore della mamma. D'altra parte, Luca Barbarossa ci ha vinto il 42° festival di Sanremo nel 1992, risvegliando il mammismo in tutta Italia!

Ancora altre canzoni

Queste sono soltanto alcune delle canzoni dedicate alla mamma, ma ce ne sono per tutti i gusti e tutte le personalità, non solo italiane.
Potremmo ricordare ancora quella di Carmen Consoli "In bianco e nero", ma ecco pronta anche una sfilza di testi e musica internazionali.
Da Celine Dion con "Because You Loved Me", alle Spice Girls con "Mama" e vogliamo dimenticare poi John Lennon con "Mother", "Thinking of you" di Lenny Kravitz e "Mother Love" dei Queen, oppure "Mother" dei Pink Floyd's? Impossibile!
Ora non avete più scuse. Per rendere ancora più speciale la festa della mamma, avete tutto ciò che serve: la colonna sonora adeguata e il mazzo di azalee di Airc in mano. E il gioco è fatto.

CONDIVIDI con i tuoi amici