Blog

Pubblicato il
Quand'è la festa della mamma nel 2018?

La mamma è una delle figure che devono essere celebrate con grande affetto specialmente nel giorno dedicato alla loro festa.
Vediamo ora quando si celebra questo evento nell'anno in corso, ovvero nel 2018, e qualche piccola curiosità che riguarda appunto questa particolare festa.

Una festa mobile che cambia sempre

La festa della mamma è una celebrazione che, come per la Pasqua, non ha una data fissa ma, al contrario, questa varia da anno in anno.
Ci sono però ben due elementi che permettono di capire quando si deve celebrare la festa della mamma, di cui il primo riguarda il mese nel quale ricade appunto questa festa. La celebrazione avviene durante il mese di maggio e precisamente la data deve essere fissata alla seconda domenica del mese.
Questo significa semplicemente che ogni anno questo evento avrà una data completamente diversa rispetto a quella dell'anno passato.
Per la precisione la festa della mamma nel 2018 cadrà il giorno 13 maggio mentre, l'anno passato, questa celebrazione è stata fissata al giorno 14 maggio.
Giusto per rafforzare il concetto di festa mobile occorre parlare anche della data nella quale verrà celebrata la festa della mamma durante l'anno venturo, ovvero il 2019: in questo caso si parla del 12 maggio.
In tutti i casi la giornata dedicata alla festa della mamma cade sempre durante la seconda domenica del quinto mese dell'anno.

Perché la festa della mamma, nel 2018 e non solo, viene celebrata in questo periodo

Ora potrebbero sorgere diverse domande sul perché questa festa debba essere celebrata necessariamente durante il mese di maggio e precisamente nella seconda domenica dell'anno.
La motivazione risale a due fatti molto importanti di cui il primo è da ricerca durante il periodo dell'impero romano.
Inizialmente la festa della mamma non veniva intesa come oggi viene celebrata ma, al contrario, durante l'intero mese di maggio si festeggiava la fertilità.
Il grande cambiamento avvenne attorno all'Ottocento e precisamente in America: l'ideatrice della festa della mamma è Ann Reeves Jarvis, figlia e moglie di due militari che combatterono la guerra tra Nord e Sud America.
La celebrazione serviva per fare in modo che le mamme di entrambi gli schieramenti potessero stare assieme e condividere la gioia di tornare ad abbracciare i loro figli dopo il lungo combattimento che aveva mietuto diverse vittime e che aveva portato molto più dolore che gioia per lo schieramento che riuscii a vincere la lunga guerra fratricida.

A rendere maggiormente ufficiale questa celebrazione fu la figlia di Ann Reeves Jarvis, che decise di creare questa ricorrenza dopo la scomparsa, per causa dovute a malattia, della madre. Questo accadde proprio durante la seconda domenica del mese di maggio e per questo la festa della mamma è stata fissata in questa data.

In Italia, per un certo periodo e durante il regime fascista, lo stesso Mussolini decise di rendere la festa della mamma un evento importante che doveva essere celebrato da parte della popolazione italiana solo che, il dittatore, decise di affiancare questa festa a quella del Natale.
Per il duce la mamma era una figura molto importante che doveva essere appunto celebrata e soprattutto ringraziata, anche perché questa permetteva la nascita di tanti nuovi giovani che, nell'idea dello stesso Mussolini, avrebbero dovuto intraprendere la carriera militare.
Caduto il regime fascista, la festa della mamma fino al 2018 è tornata nella sua data regolare nel calendario italiano, ovvero durante la seconda domenica di maggio.

Una festa da celebrare con un dono

Celebrare la festa della mamma nel 2018 non vuol dire fare solo dei doni privi di affetto ma riconoscere alla donna il loro reale valore.
Per fare in modo che la celebrazione possa essere maggiormente piacevole è possibile optare per un regalo acquistato presso il sito AIRC, ovvero quello dell'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro il cui costo verrà dedicato interamente alla ricerca contro questo male per trovare una cura in grado di salvare la vita a molte mamme affette appunto da questa particolare e, ancora oggi, letale malattia.

CONDIVIDI con i tuoi amici