Blog

Pubblicato il
Idee per biglietti per la festa della mamma

La seconda domenica di Maggio ormai da più di mezzo secolo è la festa della mamma. É una ricorrenza che è nata verso la metà degli anni '50. Non è un caso che questa festa così amata dai bambini cada proprio nel quinto mese dell'anno, in quanto Maggio è anche il mese mariano, ossia dedicato alla Madonna. É l'occasione in cui tutti i bambini possono esprimere il loro amore per la persona forse più importante della propria vita, non solo quando si è piccoli.

I bambini si sa hanno molta fantasia, amano i colori e riescono a esprimere i loro sentimenti, senza alcun filtro. Sono queste loro peculiarità a metterli in moto per regalare un pensiero originale alla loro mamma. Lavoretti con la carta, con la plastilina, con il cartoncino, con zucchero, farina e uova, poesie, colori a pastello, tempera, acquerelli, matite colorate; sono questi gli strumenti per la realizzazione di piccoli capolavori che potranno far strabuzzare di meraviglia oppure far sorridere di tenerezza. L'obiettivo è impegnarsi a fondo, dar libero sfogo alla fantasia per dire quanto la amano.

In questo articolo vediamo quali sono le migliori idee per biglietti per la festa della mamma.

Il biglietto pop up.

Il 3d quando ancora non esisteva: i biglietti pop up si aprono e all'interno salta su una figura tridimensionale. L'effetto è garantito specialmente se la mamma si aspettava il solito biglietto, con un disegno pasticciato e tanta buona volontà. Resterà di stucco ammirando l'impegno che i piccoli avranno messo nella realizzazione dell'intaglio di una rosa, di un cuore o di un animaletto buffo. Tutto quello che occorre sono forbici, carta, colla e colori

Tisana o caffè per dire alla mamma ti voglio bene

Se la mamma ama le tisane oppure il caffè perché non prepararle un biglietto a forma di teiera o di caffettiera? Quello di cui c'è bisogno è un pezzo di cartoncino da colorare o dipingere di tempera argentata; oppure si può ritagliare della stoffa per incollarla al cartoncino e rendere il biglietto ancora più artistico. É anche un modo per mostrarle il proprio talento e farle capire quanto i bambini siano attenti ai suoi gusti, a quello che le piace fare. Sarà un pensierino che la farà sorridere di tenerezza e orgoglio.

Se la mamma ama i fiori ma non ha il pollice verde

L'obiettivo, come detto, è farla contenta anche andando nella direzione delle sue preferenze e dei suoi gusti. Le mamme di una volta amavano le piante, oggi magari è un po' diverso però un fiore è sempre un fiore. Visto che le mamme di oggi lavorano e sono impegnatissime, non hanno molto tempo per dedicarsi alla cura dei fiori: un biglietto a forma di vaso con un geranio da non dover innaffiare potrebbe essere un modo per farla contenta. Anche in questo caso si possono usare della stoffa oppure i colori per rendere il tutto più fantasioso e verosimile.

Un biglietto dolcissimo

Non è detto che il biglietto debba essere di carta. A sostituire forbici e pennarelli potranno essere uova, farina e zucchero, magari per preparare un pasticcino, un tortino o qualsiasi altra cosa che possa piacerle. Dopo averlo cucinato si può comunque scrivere un pensierino su un biglietto e appuntarlo con una bandierina colorata, oppure scrivere gli auguri con panna o crema sulla superficie del dolce.

Per essere sempre nei pensieri della mamma

Con un bigliettino si può anche riuscire ad essere sempre davanti agli occhi della mamma. Per questo si può realizzare un quadretto. Non è detto che debba essere un disegno piatto, fatto solo di colori. Una buona idea è farlo in rilievo, utilizzando anche diversi materiali: stoffa, legno, plastica, foglie e fiori secchi, per dare una tridimensionalità alla figura. Sarà davvero un regalo apprezzato non solo per la fantasia e l'impegno che ci sono voluti per realizzarlo ma anche perché potrebbe essere un bell'oggetto da esporre in casa.

Il biglietto color-book

Oltre ad essere un bel pensiero, per dire alla mamma quanto le si vuole bene, è anche un lavoretto che i bambini si divertono a fare. Basta scegliere il proprio soggetto preferito: un gatto, un cane o l'automobile della mamma da disegnare e colorare a mano. Se la mano non è quella di Giotto o Raffaello le immagini possono anche essere stampate e poi colorate.

CONDIVIDI con i tuoi amici